2002 - Diritto d'Acqua

La storia ci dimostra che sovente le utopie sono le realtà di domani…che non lo diventano se ci ferma solo a guardare ed a sperare….per non essere spettatori passivi, ma figli dello stesso mondo, noi continuiamo con il Brasile la “nostra” globalizzazione…sostenendo l’idea di una società “globale” più equa, giusta e solidale…per una volta ancora proponiamo un piccolo gesto, che cambi la vita di fratelli lontani, ma vicini…ci appelliamo alla condivisione del progetto che vogliamo concretizzare:

MAI PIU’ UNA FAMIGLIA SENZA ACQUA!

Che fare dunque? Nel nostro piccolo abbiamo provato a rispondere all’urgenza che Padre Josè ci ha comunicato: costruire un pozzo per ogni comunità!

Nel corso del 2001 siamo riusciti a permettere che alcune famiglie di Monte Santo di Bahia possano attingere, dal pozzo edificato con il denaro inviato, tutta l’acqua a loro necessaria per vivere, curarsi e lavorare. Il progetto è, lo sappiamo bene, ambizioso, ma confortati dall’aiuto giuntoci in passato, confidiamo che anche per il 2002 venga garantito tale diritto ad un’altra delle 150 comunità parrocchiali brasiliane, a Padre Josè affidate. Nostra cura e compito, pertanto, raccogliere quanto necessario per la costruzione di nuove strutture, pozzi e/o cisterne di raccolta acqua che siano, che consentano ai nostri amici brasiliani di vivere dignitosamente e di poter progredire.

Potrebbe, di primo acchito, sembrare una beffa parlare di problema idrico per il Brasile…una delle nazioni più ricche d ‘acqua al mondo, invece la situazione in buona parte del nord est dove Padre Josè opera, in periodi più o meno lunghi dell’anno, è a dir poco drammatica… la siccità mette in crisi diverse comunità, che si ritrovano sprovviste dei raccolti a lungo curati ed attesi…interi villaggi si svuotano: destinazione le città, già sovraffollate…. l’economia tracolla ed è miseria per tutti….la situazione sanitaria già precaria viene notevolmente compromessa…si modificano gli assetti familiari, in particolare alle donne ed ai bambini spetta il duro compito: abbandonare le proprie occupazioni per reperire l’acqua necessaria, percorrendo chilometri e chilometri a piedi per due secchi, che di sicuro non basteranno per tutti fino alla fine della giornata….

Il paese finisce in ginocchio:

PER MOLTI, TROPPI, MANCA L’ACQUA,
BENE FONDAMENTALE PER LA VITA!

Perché ad ognuno sia riconosciuto il diritto ad una vita dignitosa, ci auguriamo d’essere sostenuti in questa iniziativa, auspicando non solo il reperimento delle somme utili allo scopo (EURO 5.2OO PER UN POZZO ARTESIANO, EURO 350 PER UNA CISTERNA), ma anche la partecipazione al sogno che coltiviamo: un mondo senza ingiustizie, un mondo dei diritti, un mondo degli ultimi al primo posto, il MONDO DEL “ A ME INTERESSA”!


Gli Amici del Mondo

Logo MLAL Progetto Mondo I progetti "Tu mi guardi" e "Negli occhi delle donne", realizzati negli anni 2005/2006 sono stati inseriti nella Capacity Building "Progetto n. 5: Per costruire una cultura della solidarietà", finanziati da MLAL-UE Logo Unione Europea
Associazione Amici del Mondo
via Marconi 41, 33041 Aiello del Friuli - Udine
www.amicidelmondo.it, c.f.90014630306
project © Web Industry