2003 - Spreco d'Acqua

Diamo i numeri

La nostra attenzione sarà rivolta in primis al rapporto diretto che noi abbiamo con l’acqua per meglio capire la portata del problema. Andremo quindi a delineare la nostra realtà idrica con dei parametri che abbiamo ritenuto maggiormente significativi e che serviranno da termine di paragone nei confronti che seguiranno. Che l’Italia sia ai vertici mondiali nelle classifiche inerenti consumo e disponibilità idrica non è un mistero ma ciò che impressiona è la consistenza del divario fra noi ed un paese che ci è affine per grado di sviluppo, area geografica e cultura come la Francia che si attesta sulle medie europee. Se poi prendiamo in considerazione paesi con carenze ideologiche e strutturali come quelli della fascia sub sahariana la forbice si allarga un modo esponenziale come si nota dal seguente grafico che riporta la disponibilità d’acqua pro capite.

Grafico sulla disponibilità d’acqua pro capite

Sono cifre facilmente comprensibili e rapportabili alle diverse realtà del mondo, ma permetteteci di ricordare che il fabbisogno biologico dell’uomo è di circa 5 litri al giorno, mentre la soglia dei 40 litri è stata assunta dall’ONU come diritto umano individuale, essendo il limite minimo che possa garantire condizioni di vita non disperate.
Pensate: 40 litri con cui bere, lavarsi, provvedere alle principali attività domestiche…ma sono tanti o pochi? Per una risposta coerente dovremmo provare a vivere qualche giorno i questo regime, una cosa improponibile, più semplice è probabilmente andare ad analizzare le nostre abitudini. Ci si presenta un panorama diverso probabilmente inesplorato dal quale possiamo estrapolare comunque dati interessanti: vediamoli insieme i una carrellata:

- Una doccia vale in media 10 litri al minuto a patto che chiudiamo l’acqua per insaponarci
- Una lavatrice consuma 45 litri a lavaggio, una lavastoviglie dai13 ai 20 a pieno carico
- Lavarci i denti ci costa in media 3 litri, ma non tutti chiudiamo il rubinetto mentre ci spazzoliamo
- Discorso simile per lavarci le mani e tutte le situazioni affini, basta ricordare che un rubinetto a piena pressione può erogare anche un litro ogni due secondi
- Un rubinetto che gocciola può arrivare a consumare fino a 100 litri nell’arco delle ventiquattrore
- Uno sciacquone scarica 10 litri

Ma quanto era la soglia minima giornaliera? 40 litri? Beh scusate l’esempio, ma per quanto visto ci bastano a malapena per fare pipì!

Logo MLAL Progetto Mondo I progetti "Tu mi guardi" e "Negli occhi delle donne", realizzati negli anni 2005/2006 sono stati inseriti nella Capacity Building "Progetto n. 5: Per costruire una cultura della solidarietà", finanziati da MLAL-UE Logo Unione Europea
Associazione Amici del Mondo
via Marconi 41, 33041 Aiello del Friuli - Udine
www.amicidelmondo.it, c.f.90014630306
project © Web Industry