2004 - Bambini per finta

Emergenza bambini

Negli ultimi vent’anni, mentre l’economia mondiale è cresciuta a dismisura, il numero delle persone che vivono in povertà è arrivato ad oltre 1.2 miliardi di persone (una su cinque) di cui più della metà bambini. Dal 1989, data della “Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia”*, è di fatto cresciuta l’attenzione riguardante queste problematiche, ma non si può certamente affermare che ciò abbia automaticamente determinato un loro miglioramento: fame, violenza, sfruttamento, guerre, analfabetismo rappresentano infatti la quotidianità di milioni di bambini in ogni parte del mondo.
Il riferimento non è solo a realtà a noi così distanti. Lo stesso contesto familiare, luogo fondamentale per la qualità della vita e l’identità di ogni persona, ed a maggior ragione di ogni bambino, appare infatti sempre più fragile dal punto di vista strutturale e relazionale, perdendo sempre più il proprio potenziale educativo e solidaristico. Il punto fondamentale per il futuro di ogni comunità e dell’intera società civile, sarà dunque verificare se il domani che si sta costruendo, sia in grado di garantire o meno reali opportunità di sviluppo.

 

*La Convenzione, adottata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989, è di fatto il primo documento ufficiale a livello internazionale sui diritti dell’infanzia e punto di partenza per documenti successivi riguardanti il lavoro minorile ed il diritto all’istruzione.

Logo MLAL Progetto Mondo I progetti "Tu mi guardi" e "Negli occhi delle donne", realizzati negli anni 2005/2006 sono stati inseriti nella Capacity Building "Progetto n. 5: Per costruire una cultura della solidarietà", finanziati da MLAL-UE Logo Unione Europea
Associazione Amici del Mondo
via Marconi 41, 33041 Aiello del Friuli - Udine
www.amicidelmondo.it, c.f.90014630306
project © Web Industry