2004 - Bambini per finta

Bambini soldato

Se per un’attimo ci soffermiamo a pensare ai giochi dei bambini nel mondo constatiamo la diversità: un bimbo intento a manipolare la sua play station e l’altro occupato ad imbracciare un’arma vera ed a sparare realmente. L’utilizzo di bambini ed adolescenti in guerra non é un fenomeno recente, nella storia dell’umanità i minori sono stati sempre impiegati o come suonatori di tamburo nei campi di battaglia o come marinai sulle navi da guerra; l’aspetto che contraddistingue l’epoca moderna é l’aumento dei minori combattenti attivi. Quanto diversi sono dunque i mondi dei due bambini, non v’é distinzione di nazione, su tutto l’intero pianeta infatti, lo sfruttamento dei minori nei conflitti armati, é male comune, soprattutto nei paesi in via di sviluppo. Ben 25 sono le guerre in atto attualmente e coinvolgono 40 nazioni nel mondo, in 87 paesi vengono reclutati in eserciti governativi, in gruppi paramilitari, nelle milizie civili e nei gruppi armati non governativi per 300.000 bambini di entrambi i sessi dai 15 ai 18 anni ed i più giovani arrivano appena ai 7. Se per uno la lotta é con un pupazzo animato, per l’altro la battaglia più dura é far pace con se stesso.

Logo MLAL Progetto Mondo I progetti "Tu mi guardi" e "Negli occhi delle donne", realizzati negli anni 2005/2006 sono stati inseriti nella Capacity Building "Progetto n. 5: Per costruire una cultura della solidarietà", finanziati da MLAL-UE Logo Unione Europea
Associazione Amici del Mondo
via Marconi 41, 33041 Aiello del Friuli - Udine
www.amicidelmondo.it, c.f.90014630306
project © Web Industry